All posts by Giusti Tessuti

About Giusti Tessuti

Proprietario del sito.

Primavera in fiore

 

“Floreale? Per la primavera? Avanguardia pura!” diceva ironicamente Meryl Streep ne “Il diavolo veste Prada”, lasciando intendere che non ci sia niente di più banale di sfoggiare un abito a fiori in una stagione in cui si assiste al risveglio della natura.

Invece pare proprio che per la primavera 2014 il floreale sia una delle punte di diamante. Non si parla di fiori delicati e dai colori pastello, ma stampe ben definite e dalle tinte audaci. Giallo, azzurro cielo, corallo. Questi i colori per le casacche D&G, guarnite col ridondante tocco siciliano che da un po’ contraddistingue il marchio. L’idea è di pulito e fresco, di un pomeriggio all’aria aperta facendo una passeggiata in bicicletta in Sicilia.

Per Gucci il design è più sobrio ed elegante. Parliamo di cento fiori colorati su fondo bianco o color sabbia bagnata, pensati anche for men. Una stampa che si adatta ad ogni tipo di capo, dal pantalone alla giacca, dal tubino alla mini; Gucci veste di primavera soft l’uomo e la donna che non abbandonano mai il buon gusto e la signorilità.

Sulla scia di queste e di altre collezioni di alta moda, sono esplose le stampe floreali anche nella moda più abbordabile, e non solo per vestiti. Irrinunciabile, dalla borsa alle scarpe, avere un accessorio a fiori. Non ci si può far scappare questa tendenza: la primavera è breve e sarà difficile trovare altre occasioni in cui vestirsi di fiori. C’è da approfittarne.

 

Marina Mannucci

Dalla seta alla viscosa. Cosa indosseremo questa primavera.

Con l’arrivo della bella stagione arriva anche il cambio armadio, che spesso risulta essere un trauma per ogni donna, giovane o adulta che sia.

Dopo un lungo inverno scandito da colori scuri e sciarpe di lana, scegliere bene cosa indossare in primavera e sapere cosa sia più appropriato ad una cena tra amici all’aria aperta o un’occasione più formale, risulta essere alquanto importante se vogliamo dare una buona impressione. I tessuti che si indossano volentieri nell’entrante stagione sono i così detti “mezzo peso”, quei broccatini leggeri dai colori pastello per intenderci; oppure i fresco lana per gonne a tubo, e i tessuti Chanel per le giacchine a girocollo.

Questi ultimi, i tessuti Chanel, da sempre si accostano a eleganti e lineari tubini di cady, regalando  Dalla seta alla viscosa. Cosa indosseremo questa primavera.alla figura un aspetto semplice e raffinato; ultimamente però si è deciso di fare un break con l’idea che lo Chanel fosse per forza associato all’eleganza formale, e si è arrivato a spezzare il connubio giacca-tubino e tailleur gonna-pantalone, per arrivare ad indossare la nostra giacchina destrutturata con il classico jeans. Lo Chanel è entrato anche nel quotidiano in modo moderno e sportivo.

 

Si può da subito dare il via al pizzo per i tubini da matrimonio, un must che non muore mai, e via ai colori forti e alle stampe sgargianti. Prada ha scelto delle maxi facce coloratissime per gli abiti della sua nuova collezione estiva. Etro ha tinto il suo classico disegno chachemire di tinte pastello.

E sotto al trench? Se è presto per i pantaloni capri, non lo è per le camicie di seta. Dalle tinte pastello al brillante damasco, dalla stampa floreale ai disegni vintage, c’è sempre posto nell’armadio per una leggera camicia in seta, da abbinare a gonne a vita alta o pantaloni a sigaretta. Per quest’anno la moda prêt-à-porter impone gonne a ruota in viscosa o in cotone, le quali, per la fortuna di tutti i tipi di donna, donano fascino sia alle taglie 40 che alle ragazze un po’ più rotonde.

Tra gli accessori da sfoggiare in primavera ricordiamo le maxi bag coloratissime, in pelle o in tessuto, decolleté dalle tinte safari e sneakers floreali di tela.

È il momento giusto per vuotare l’armadio dai capi in lana e riempirlo di cose nuove. Gettare via tutte le vecchie t-shirt logore della scorsa primavera, quei jeans usurati e quelle camicette dai polsi consumati, per fare spazio alla freschezza del nuovo, è il modo migliore per iniziare bene la stagione.

 

Marina Mannucci

Il risultato nasce sempre da un’idea. Per dare vita a un sogno servono coraggio, passione e volontà. E’ stata questa convinzione a partorire il blog che state leggendo, umile nei propositi e moderno nello stile. “Giusti Moda Magazine” sfodera orgoglioso il suo biglietto da visita: la penna di Marina Mannucci, curiosa e indagatrice, vi guiderà alla scoperta dei segreti della moda, analizzerà i tessuti più pregiati e offrirà consigli sulle tecniche di arredamento. Un viaggio ambizioso da percorrere a tappe, accarezzando i sentieri della cultura, delle tendenze e dell’attualità. Visione periferica e apertura mentale sono processi che ben si sposano con questa filosofia, indirizzata al progresso e all’approccio con il nuovo. Coerente in tal senso è la scelta di mettersi in gioco sul web, su una piattaforma gratuita priva di barriere e raggiungibile da tutti. Al passo con i tempi per combattere i sintomi dell’invecchiamento, come una crema per le rughe. “Giusti Moda Magazine” garantirà un archivio consultabile in ogni momento e aggiornerà i contenuti con frequenza mensile, senza escludere la pubblicazione di qualche “extra”. Tenetelo d’occhio. Spiatelo. Cliccatelo. L’augurio è che possa piacervi.

Marco Cognigni